CARABINIERI

Tentato furto di reperti nell'area archeologica di Noto Antica, due denunce

I carabinieri della Sezione Tutela Patrimonio Culturale di Siracusa, insieme a quelli delle Stazioni di Testa dell’Acqua e Canicattini Bagni, nell’ambito di servizi congiunti finalizzati a contrastare il fenomeno degli scavi clandestini, hanno sorpreso due persone, all'interno dell’area archeologica di "Noto Antica", intenti a effettuare delle ricerche archeologiche non autorizzate.

I due "tombaroli", alla vista dei militari, hanno tentato la fuga cercando di disfarsi degli attrezzi che poco prima avevano utilizzato per gli scavo, ma sono stati prontamente bloccati.

Le conseguenti attività hanno consentito di sequestrare 30 oggetti metallici di vario tipo e 7 monete in bronzo di epoca ellenistica, nonché il metal detector e le attrezzature usate per le ricerche archeologiche clandestine.

Entrambi i rei, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Siracusa per "ricerche archeologiche non autorizzate" e "impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X