IL PROCESSO

Delitto Ardita a Siracusa, il marito: con Eligia mai screzi

di
delitto ardita, Siracusa, Cronaca
Eligia Ardita

SIRACUSA. "Un medico donna dell’ospedale Umberto I, in presenza di un altro collega, mi aveva riferito che il corpicino di mia figlia era in una pozza di sangue".

Lo ha svelato ieri mattina nel corso dell’udienza del processo che si celebra in Corte di Assise, al palazzo di giustizia di Siracusa, Christian Leonardi, imputato per l’omicidio della moglie, Eligia Ardita, l’infermiera di trentacinque anni deceduta la sera del 19 gennaio 2015 in circostanze su cui i giudici dovranno pronunciarsi.

Per l’accusa, rappresentata dal procuratore aggiunto Fabio Scavone mentre la famiglia che si è costituita parte civile è assistita dagli avvocati Cristiano Leonardi, Francesco Villardita e Giambattista Rizza, il colpevole è il consorte.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X