INDAGINI

Agguato a Pachino, le telecamere accusano Giovanni Vizzini

di

PACHINO. Sono state le telecamere di videosorveglianza a consentire agli agenti del Commissariato di Pachino di individuare il presunto autore del tentato omicidio di Giuseppe Aprile, freddato da due colpi di pistola all’addome davanti ad un bar, a Pachino, a due passi dal mercato ortofrutticolo.

Secondo gli inquirenti, a sparare è stato Giovanni Vizzini, 31 anni, ora detenuto nel carcere di contrada Cavadonna, ed il cardine dell’indagine, coordinata dai magistrati della Procura di Siracusa, consiste nell’immagine dell’arrivo della macchina nella disponibilità del trentunenne pochi istanti prima della spedizione punitiva.

A parere di alcune fonti investigative, nessuno dei testimoni presenti alla sparatoria avrebbe fornito elementi per la ricostruzione della vicenda e soprattutto per l’individuazione dell’aggressore.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X