DECISIONE DEL GUP

Ambiente, assolti cinque dirigenti e responsabili dell'Isab di Priolo

PRIOLO GARGALLO. Cinque tra dirigenti e responsabili dell’Isab, azienda del polo petrolchimico di Priolo Gargallo di proprietà della multinazionale Lukoil, sono stati assolti dall’accusa di disastro doloso, avvelenamento delle acque e omissione di misure atte a contenere l'inquinamento ambientale.

Il gup del tribunale di Siracusa, Andrea Migneco, ha accolto la richiesta del pm e dell’avvocato difensore Massimo Milazzo. Assolti tre dirigenti del parco serbatoi: Giancarlo Cogliati, Antonino Amato e Luigi Scalici; due capi reparti: Giuseppe Petrillo e Leonardo Gambino.

L’inchiesta iniziò nel 2012 dopo che il proprietario di un pozzo, a Città Giardino, a Melilli, denunciò la presenza di idrocarburi nell’acqua. Una perizia dimostrò la presenza di quella sostanza nel periodo precedente alla gestione della raffineria da parte dell’Isab.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X