I SOLDI DEL COMUNE

Dissesto ad Augusta, i liquidatori:«Pagati 198 debiti in due anni»

AUGUSTA. In due anni di attività della commissione liquidatrice dei debiti del Comune, presieduta da Gaetano D’Erba e composta da Ignazio Baglieri e Francesco Schillirò sono state ad oggi 198, di cui 55 rigettate, le istanze di liquidazione di crediti, vantati da terzi nei confronti dell’Ente, evase dalla commissione che si è insediata a fine dicembre 2105 dopo la dichiarazione di dissesto finanziario del luglio dello stesso anno.

L’organismo di liquidazione conta di ultimare il lavoro entro l‘anno prossimo e quindi di far uscire l’Ente dal dissesto, ma non ha ancora quantificato il definitivo accertamento dei debiti –al momento, l’unica stima è l’importo di poco più di 29 milioni che corrisponde alla somma delle istanze presentate entro i termini stabiliti, ma non tiene conto di quelle già rigettate e delle altre richieste di pagamenti arrivate fuori termine- e per questo ha chiesto una proroga di un altro anno per accertare la massa passiva. La richiesta è stata motivata con il fatto che le istanze di ammissione «sono risultate particolarmente numerose e complesse, ricomprendendo in numerosi casi ulteriore sub istanze riconducibili al medesimo creditore, e che l’ attività istruttoria –si legge della delibera- si è rivelata particolarmente laboriosa a causa di difficoltà organizzative impreviste in capo agli uffici dell’amministrazione comunali a supporto dell’organismo straordinario di liquidazione, nonché a difficoltà di reperimento dei documenti amministrativo-contabili che hanno più volte imposto un’integrazione dell’istruttoria, cosicché risultano 241 pratiche da evadere».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X