L'INCHIESTA

«Rifiuti zero», respinti i ricorsi sui sequestri ad Augusta

di

AUGUSTA. Il tribunale di Siracusa, in sede di Riesame, ha respinto i ricorsi contro i sequestri dei beni disposti dalla Procura e convalidati dal gip nei confronti di alcuni degli indagati coinvolti nell’operazione «Rifiuti Zero» della Guardia di finanza su un complesso sistema di evasione fiscale attorno al servizio di gestione dei rifiuti nel comune di Augusta.

A presentare le istanze sono stati Giuseppe Cassone, 61 anni, l’unico per cui il ricorso è stato dichiarato inammissibile, Aldo Spataro, 61 anni, Iole Rivelli, 61 anni, e il rappresentante legale della «Pastorino», la società che fa parte di un’associazione temporanea di imprese, comprendente l’«Igm rifiuti industriali» e «Ciclat ambiente» di Ravenna, vincitrice dell’appalto per la durata di sette anni per un costo 9 milioni e 600 mila euro. La decisione sui ricorsi è stata presa dai magistrati Carla Frau, Antonella Consiglio e Carla Condorelli riuniti in Camera di consiglio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X