OSPEDALE UMBERTO I

Scoppia il petardo, 15enne di Siracusa perde due dita della mano

SIRACUSA. Ha perso due dita della mano destra e ha ustioni di primo grado su tutto il corpo. E’ quanto è accaduto ad un ragazzino di 15 anni di Siracusa che ha raccolto un petardo inesploso in centro città. Secondo quanto riferito dai testimoni ai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile il ragazzino intorno alle 17 ha notato un petardo inesploso in una strada vicino casa sua, lo raccolto e ha provato ad accenderlo più volte.

L’esplosione lo ha investito causandogli ustioni e gravi ferite sulla mano destra. I sanitari del 118 lo hanno trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I.
I carabinieri stanno verificando come siano andate realmente le cose e accertando quale sia la provenienza di quel petardo.
In una nota del Comando provinciale di Siracusa si sottolinea: “Questo drammatico evento evidenzia ancor di più l’importanza di evitare di raccogliere botti inesplosi per strada per poi tentare di accenderli, poiché potrebbero comunque attivarsi improvvisamente causando gravissimi danni. In caso di rinvenimento di fuochi inesplosi per terra bisogna allontanarsi dalla zona e segnalare la loro presenza alle forze dell’ordine per l’intervento di personale specializzato”.
Anche un sedicenne di Palermo è rimasto ferito alla mano per lo scoppio di un petardo ed è stato ricoverato nel reparto di chirurgia plastica dell’ospedale Civico, dove è stato accompagnato dai genitori per essere medicato. Inoltre, un bambino con un lieve trauma oculare, che non ha richiesto il ricovero, è stato medicato al reparto pediatrico dell’Ospedale Cervello di Palermo. Altre quattro persone con piccole ustioni si sono rivolte al pronto soccorso di Villa Sofia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X