INTIMIDAZIONE

L’attentato di Pachino, è caccia ad un creditore insoddisfatto

PACHINO. Sono 5 le persone interrogate dagli agenti del Commissariato di Pachino che indagano sull’intimidazione alla curatrice fallimentare Adriana Quattropani. L’auto dell’avvocato è stata danneggiata venerdì dall’esplosione di una bomba-carta mentre il legale si trovava poco distante, in un bar, insieme al proprietario di una stazione di servizio al quale avrebbe riconsegnato l’attività imprenditoriale, al centro di una procedura fallimentare.

Gli investigatori diritti dal vice questore aggiunto Maria Antonietta Malandrino, ipotizzano che il messaggio sia riconducibile a fatti strettamente legati alla gestione del distributore di carburante. In ogni caso gli agenti nutrono dei sospetti nei confronti di alcune persone, che, nelle prossime ore, potrebbero essere iscritte nel registro degli indagati.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X