SANITA'

Ospedale di Siracusa, niente elettroencefalogramma

di

SIRACUSA. Tempi di attesa estremamente lunghi per sottoporsi ad un elettrocardiogramma da sforzo in provincia. È quanto si starebbe verificando da alcune settimane tra gli utenti che chiedono di sottoporsi a questo tipo di esame. Infatti, in un primo momento il macchinario che era attivo all’ospedale “Umberto I” nello scorso mese di aprile, aveva avuto un guasto tecnico e il servizio era stato sospeso, dirottando i pazienti in altre strutture provinciali, creando code nelle restanti strutture pubbliche dove i pazienti venivano dirottati; poi il servizio all’ospedale di vai Testaferrata è stato riattivato, ma successivamente sospeso nuovamente per carenza di organico.

Ciò avrebbe determinato tempi di attesa lunghi non solo per quest’anno ma anche per il prossimo in quanto le uniche strutture sanitarie della provincia che possono garantire questo tipo di prestazione sono quelle allestirenegli ospedali di Lentini e di Avola. C’è da dire, inizialmente, che questo tipo di esame viene assicurato dalle varie strutture territoriali della provincia proprio per ridurre i temp di attesa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X