TRIBUNALE

Furti in abitazione, condannati due siracusani

di

SIRACUSA. Sono stati condannati a quattro anni di reclusione ciascuno un uomo ed una donna, entrambi siracusani, accusati di avere compiuto una raffica di furti in casa che sono stati commessi con un sistema da loro stesso escogitato.

La sentenza nei confronti di Sebastiano Tinè, trentaquattro anni e Valentina Casto, trentasei anni, che nella circostanza erano difesi dagli avvocati Junio Celesti e Titta Rizza, è stata emessa ieri dal Tribunale di Siracusa. Entrambi sono stati giudicati con il rito abbreviato: lui è attualmente detenuto mentre la donna si trova «a piede libero».

I fatti contestati alla coppia sono piuttosto numerosi, a quanto pare i casi di cui si sarebbero resi responsabili sono una decina. Secondo la ricostruzione della Procura, i due indagati avrebbero affinato una tecnica per sorprendere i proprietari degli appartamenti assaltati. Avrebbero preso di mira, quasi sempre, persone che uscivano di casa per faccende private, tra le quali quella di andare a cena nei ristoranti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X