CARABINIERI

In sella ad una moto rubata a Siracusa, sorvegliato va ai domiciliari

di

SIRACUSA. Stava chiacchierando con altri pregiudicati dai quali si sarebbe recato in sella ad un scooter rubato nell’agosto scorso. Sono stati i carabinieri ad arrestare Angelo Drago, 42 anni, siracusano, conosciuto anche con il soprannome di «pacchiarella», accusato adesso di avere violato i vincoli della sorveglianza speciale, ma anche di ricettazione.

Il quarantaduenne non è un personaggio qualunque, anzi, secondo quanto emerge nelle inchieste dei magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Catania, sarebbe vicino al clan Bottaro-Attanasio. Nell’estate del 2012 il suo nome è comparso, insieme a quello di altre 19 persone, nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Catania relativa all’inchiesta «Itaca» che avrebbe svelato l’esistenza di due gruppi criminali operanti in «Via Italia» e «Via Algeri», specializzati nella vendita di sostanze stupefacenti. Angelo Drago, in un primo momento, era riuscito a sfuggire alla cattura degli agenti della Squadra mobile ma nei giorni successivi venne bloccato dai carabinieri.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X