COMUNE

Augusta, il sindaco Di Pietro: «Il risanamento resta la priorità»

di

AUGUSTA. «Dare soluzioni agli innumerevoli problemi richiede tempi lunghi di sana amministrazione e l’impiego di risorse umane adeguate e numericamente qualificate, allo stato assolutamente deficitarie. Risanare il Comune non solo da un punto di vista finanziario ma anche amministrativo è l’obiettivo primario che questa amministrazione sta perseguendo, fornendo anche il proprio contributo attraverso il taglio del 30 per cento delle indennità di carica da destinare a progetti selezionati dai cittadini con forme di democrazia partecipata, le cui somme sono accantonate in attesa dei bilanci in cui devono essere imputate».

Così ieri mattina il sindaco Cettina Di Pietro ha concluso, a palazzo San Biagio la sua relazione annuale sullo stato di attuazione del programma elettorale in cui ha sottolineato come le principali problematiche affrontate durante l’ultimo anno - da giugno 2016 a giugno scorso- riguardano lo stato di «dissesto finanziario dell’Ente, la gestione del personale, con particolare riferimento ai precari, gli sbarchi di migranti, la situazione del nosocomio Muscatello la tutela dell’ambiente e lo sviluppo economico delegato al porto».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook