L'INDAGINE

Raccolta dei rifiuti ad Augusta, acquisiti atti al Comune

di

AUGUSTA. Blitz dei militari della Guardia di finanza al comune di Augusta dove sono stati acquisiti documenti. L’irruzione al Municipio delle Fiamme gialle è avvenuta nella mattinata di ieri e gli atti prelevati sono relativi al servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta su delle presunte irregolarità ma gli inquirenti fanno filtrare poco sulla polpa del lavoro investigativo, in particolare se al centro delle attenzioni c’è l’appalto o la sola gestione. Fatto sta che ci vorranno delle altre settimane per avere un quadro più chiaro della situazione.

Il servizio, dal primo agosto dello scorso anno, è in mano ad un’Ati, un’associazione temporanea di imprese, costituita da «Pastorino», «Igm rifiuti industriali» e «Ciclat ambiente» di Ravenna, vincitrice dell’appalto che ha una durata di sette anni per un costo 9 milioni e 600 mila euro, superiore rispetto alla gestione precedente, per via di alcuni servizi aggiuntivi. Come aveva spiegato l’amministrazione comunale, appena 12 mesi fa, l’obiettivo, sulla scorta del nuovo appalto, era di aumentare la percentuale di raccolta differenziata portandola oltre il 67 per cento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X