TRIBUNALE

Racket a Siracusa, condanne ridotte per cinque imputati

di

SIRACUSA. I giudici della Corte di Appello di Catania hanno emesso le sentenze di condanna nei confronti di sette imputati accusati di estorsione ai danni di un autosalonista siracusano, Marco Montoneri, dalla cui denuncia sono scattati gli arresti prima ed il processo poi.

Rispetto al giudizio di primo grado, gli indagati, fatta eccezione per Concetto Garofalo e per suo figlio Sebastiano, che hanno rimediato tre anni e quattro mesi, per gli altri 5 c’è stata una riduzione di pena. Sono stati inflitti dieci anni e 9 mila euro di multa a Pasqualino Mazzarella (12 anni di reclusione e 12 mila euro di multa in primo grado); sette anni due mesi due e 8600 euro di multa ad Andrea Fortuna (9 anni e 9 mila euro in primo grado); cinque anni e 5000 euro ciascuno a Michele Cianchino (8 anni e 8 mila euro in primo grado) e Salvatore Brancato (8 anni e 8 mesi più ammenda da 8 mila euro in primo grado); due e quattro mesi e seimila euro di multa ad Alessandro Garofalo (3 anni e 4 mesi e 800 euro in primo grado) a cui è stata revocata l'interdizione temporanea dai pubblici uffici.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X