IL CASO

Sorbello rilancia le accuse: "Campagna elettorale anomala a Melilli"

di
elzioni melilli, Siracusa, Politica
Pippo Sorbello

MELILLI. «Il problema vero della campagna elettorale di Melilli è che è stata impostata con il ricatto, la minaccia, il voto di scambio ed una massa economica così voluminosa ed importante che non ricordo essere stata mai attivata». A ribadirlo è stato ieri Pippo Sorbello, uscito sconfitto pochi giorni fa dalla corsa a sindaco di Melilli, con la sua lista «Ritorniamo al Futuro» per soli otto voti, 2.875 rispetto ai 2.883 dello sfidante Giuseppe Carta, sostenuto da «Uniti per Cambiare» ed eletto sindaco.

Sorbello ex sindaco, ed attuale parlamentare regionale nel gruppo dei «Centristi per la Sicilia» ha parlato ieri mattina nella sede di via Adige di «campagna elettorale anomala», dichiarando apertamente guerra al sindaco di Priolo, Antonello Rizza, sostenitore di Carta ed ha lanciato pesanti accuse nei riguardi della coalizione di «Uniti per Cambiare».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X