DDA

Il delitto Sparatore a Siracusa, Lombardo confessa

di

SIRACUSA. Ha confessato ai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Catania di essere «l’autore dell’omicidio» di Angelo Sparatore, freddato con sei colpi di pistola il 4 maggio del 2001 in via Barresi, nel rione popolare della Mazzarrona, a nord di Siracusa.

Salvatore Lombardo, detto «Puddisino», ex componente del clan mafioso «Bottaro-Attanasio», oltre ad autoaccusarsi, ha svelato non solo di “aver agito insieme a Luciano De Carolis”, anch’esso indicato dalla Procura distrettuale di Catania come un picciotto della cosca, ma anche “di aver ricevuto l’ordine da Alessio Attanasio”, il capo della consorteria che porta il suo nome e quello dell’ex suocero.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X