BENI CULTURALI

Ortigia, la Chiesa dei Gesuiti a rischio crollo: Italia Nostra lancia allarme

di

SIRACUSA. Ieri, prima Giornata Nazionale dei Beni Culturali, indetta da Italia Nostra, la città ha messo in primo piano la Chiesa del Collegio dei Gesuiti; considerata una tra le più belle di Ortigia, costruita nel 1687, oggi rischia di crollare per lo meno nelle sue parti più vulnerabili, perché dopo anni di abbandono e lavori cominciati e poi interrotti le sue condizioni non fanno che peggiorare.

La facciata, imponente – attribuita a Giacomo Della Porta – è un ricettacolo di immondizie, sedile per chiunque abbia voglia di bivaccare, e sfondo certamente elegante per tavolini che presumibilmente illegalmente occupano il suolo pubblico. Italia Nostra, sensibile come sempre ai problemi e allo stato dei beni culturali, ieri con un banchetto «autorizzato» ha raccolto in 4 ore più di 200 firme per sollecitare le istituzioni ad accelerare l’iter burocratico e dare inizio ai lavori per la messa in sicurezza e il consolidamento del monumento.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X