ELEZIONI COMUNALI

Avola, cinque sfidanti in campo contro il sindaco uscente

di

AVOLA. Candidature a sindaco ormai quasi certe ma rimangono ancora sospese per il completamento degli elenchi dei candidati delle liste per il rinnovo del consiglio comunale per le elezioni dell’11 giugno.

Ad Avola, a meno di tre giorni dalla presentazione ufficiale delle liste e dei candidati a sindaco, non sarebbe stata fino a ieri definita con le firme delle accettazioni la gran parte delle stesse liste con gli elenchi dei 24 candidati per l’assemblea civica, anche in base alle quote rosa.

Il termine ultimo per la presentazione di liste e candidati è fissato entro le 12 di mercoledì 17 maggio. Sulle candidature a sindaco ci sarebbe ormai la certezza che alla corsa per la poltrona di primo cittadino saranno in sei.

Saranno, quindi, cinque gli sfidanti del sindaco uscente Luca Cannata, che dovrebbe essere sostenuto da sei o addirittura sette liste civiche con in testa «Avola-La nostra terra», nonchè «Love Avola», «Primavera Italia», «Futuro Migliore» e «La Famiglia del Popolo».

Quattro invece le liste, compresa quella del Partito democratico, che appoggeranno il candidato a sindaco Pino Caldarella, attuale capogruppo consiliare del Pd, di professione medico di base, appoggiato dalla lista «Cantiere popolare» capeggiata dal consigliere uscente Francesco Tardonato, e «Sicilia Democratica», guidata dal consigliere uscente Salvatore Amato.

Nella corsa per la poltrona di primo cittadino anche il carabiniere Giuseppe Papa, 32 anni, sostenuto dalla lista del Movimento Cinque Stelle. Ha confermato la sua candidatura a sindaco della città, sostenuta dalla propria lista civica «Uniti per Avola», il consigliere comunale Corrado Paolo Caruso. In campo per la corsa alla poltrona di sindaco, infine, l’ex consigliere comunale Daniele Calvo, appoggiato dalla propria lista civica «Un passo avanti», e l’ex assessore comunale Simone Libro, in corsa con la propria lista civica «Aria nuova», fino a metà febbraio scorso ex coordinatore locale della «Lega Nord - Noi con Salvini».

Fin qui le candidature a sindaco. Il problema divenuto negli ultimi giorni assai preoccupante sul piano della democrazia e della sana politica, è diventato invece la «fuga» da una lista all’altra di candidati al consiglio comunale. In particolare le donne candidate (ma anche candidati maschi con qualche peso elettorale) che pare siano contesi a suon di offerte e promesse. O lo strano caso politico della lista «Centristi per l’Europa», il cui coordinatore locale Giuseppe Busà dopo aver ufficializzato il sostegno al candidato a sindaco Pino Caldarella si è visto in poche ore esautorare dall’incarico politico dal coordinatore provinciale Gianluca Scorfani, il quale ha nominato nel contempo come commissario cittadino del partito l’avvocato Giulio Gallitto, dichiarando ufficialmente che i «centristi» sosterranno invece il ricandidato sindaco Luca Cannata. Scatenando le polemiche sui blog e nel web sul presunto decisionismo politico dei siracusani su Avola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X