IL DELITTO

Omicidio Ardita, il padre: "Il marito voleva farla cremare"

di

SIRACUSA. «Invece di recarsi dai carabinieri per presentare la denuncia relativa alla morte di mia figlia Christian Leonardi è tornato a casa e poi ha pensato di fare cremare il suo corpo».

Lo ha detto Tino Ardita ai giudici della Corte di Assise del tribunale di Siracusa dove si celebra il processo per omicidio che vede alla sbarra Christian Leonardi, accusato di aver ucciso la moglie, Eligia Ardita, l’infermiera dell’ospedale Umberto I trovata senza vita la notte del 19 gennaio del 2015 nella sua abitazione, in via Calatabiano.

Ieri c’è stata la testimonianza del padre della vittima, il primo, nelle settimane successive al decesso della figlia, a puntare l’indice contro il genero, visto che nelle fase iniziali delle indagini, coordinate dalla Procura di Siracusa, era stato aperto un fascicolo sul ritardo nei soccorsi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X