IL CASO

Bando per la piazza d'Armi a Siracusa, ricorso del consorzio Plemmirio

SIRACUSA. Il Consorzio Plemmirio, ente gestore dell’omonima area marina protetta, ha presentato un ricorso gerarchico contro il bando di concessione d’uso a privati dell’area ex Piazza D’armi, che si affaccia sul Castello Maniace, indetto dall’Agenzia del Demanio, direzione regionale Sicilia e pubblicato ufficialmente lo scorso 3 aprile.

"Contestiamo fortemente questo bando - afferma il presidente dell’Area Marina Protetta del Plemmirio Sebastiano Romano - perché prevede attività assolutamente non consone ad un contesto monumentale come il Castello Maniace. Ci meraviglia che altri enti e istituzioni come la Soprintendenza non siano sin qui intervenuti e non abbiano vigilato su quanto viene previsto circa l’impiego di un tale contesto monumentale».

Dall’Area Marina Protetta Plemmirio, hanno prodotto un ricorso in cui si rileva che l’avviso di gara «incorre nel vizio della contraddittorietà tra più atti» nello specifico l’avvenuta consegna il 26 febbraio 2013 con cui l’Agenzia del Demanio, direzione regionale Sicilia, consegna il bene immobile statale al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, quale sede degli uffici delegati alla gestione dell’Amp protetta Plemmirio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X