IL CASO

Fontana Diana a Siracusa, si stacca un terzo pezzo

di

SIRACUSA. 105 I soldi non arrivano e la fontana continua inesorabilmente a sbriciolarsi, pezzo dopo pezzo. Tra la salvezza della Fontana di Diana in piazza Archimede e la sua distruzione la differenza è rappresentata da una cifra, 2.500 euro e da un semplice passaggio: individuare una ditta che monti un ponteggio.

Tanto la somma, irrisoria, quanto l’incarico da assegna a un’impresa sembrano però essere diventati una sorta di Everest impossibile da scalare. Sono passati ormai 105 giorni dall’inizio della campagna del Giornale di Sicilia per arrivare all’avvio dei lavori di recupero di uno dei monumenti simbolo di Siracusa, la fontana di piazza Archimede.

Poco più di un cento giorni fa il problema principale era rappresentato da un pezzo di zampa di cavallo marino che si era sbriciolato.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X