PACHINO

Gli attentato a Portopalo di Capo Passero: "Segnali inquietanti"

di

PACHINO. «C’è interesse a colpire commercianti ed imprenditori della zona sud della provincia di Siracusa dove la stagione estiva coincide con il turismo e con gli affari». Lo afferma il coordinatore provinciale delle associazioni antiracket di Siracusa, Paolo Caligiore, dopo la raffica di attentati che si è concentrata a Portopalo, culminata con due incendi, il primo ai danni di una casa al mare in contrada Cuffara, di proprietà di una famiglia di imprenditori, il secondo nei confronti di un ristorante, «La Giara», in contrada Porto, a ridosso del mercato ittico e della caserma della Guardia costiera.

Due intimidazioni chiare, su cui sono al lavoro gli agenti del commissariato di polizia di Pachino che indagano su entrambi gli episodi. Come, infatti, accertato dagli inquirenti e dai vigili del fuoco del distaccamento di Noto, i roghi sono di matrice dolosa.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X