Amministrazione, gettoni, Siracusa, Siracusa, Politica
AMMINISTRAZIONE

Siracusa, sale il costo del consiglio comunale

di

SIRACUSA. Quasi 400 presenze complessive e una spesa che supera i 23 mila euro. Sale, seppur di poco, il costo sostenuto dal Comune per l’attività del consiglio comunale. Secondo quanto contenuto in una determina del settore Affari generali del Vermexio, l’assemblea cittadina è costata a febbraio, tra sedute in aula e riunioni delle cinque commissioni, 23.592 euro a fronte dei 20.597,72 euro di gennaio.

Un dato in crescita legato all’aumento del numero delle presenze complessive visto che in un mese si è passati da 350 a 394, complice anche il ritorno in piena attività di tutte e cinque le commissioni dopo che per molti mesi sia la seconda alle Politiche sociali che la quinta al Bilancio erano rimaste praticamente inoperative. Andando a guardare il costo sostenuto per ogni singolo consigliere, nel mese di febbraio solo in tre hanno raggiunto il tetto massimo di 1129,37 con ogni gettone di presenza che costa 65,55 euro.

Va precisato sotto questo aspetto che raggiunto il numero massimo di presenze in un mese, tutte le altre non vengono pagate. Analizzando invece i dati delle cinque commissioni, è ancora una volta la quarta commissione Polizia urbana, Viabilità, Protezione civile, Sport e Servizi demografici a far registrare il numero massimo di presenze con 80. Subito dietro, in questa speciale classifica, si trova la prima commissione Urbanistica, guidata da Franco Formica con 48 presenze, poi la quinta Bilancio presieduta da Enrico Lo Curzio, la terza commissione Servizi pubblici, Ambiente, Igiene e Sanità, Sviluppo economico guidata da Pippo Impallomeni con 41 presenze. In ultima posizione, invece, la seconda commissione Politiche sociali, Cultura, Scuola, Spettacolo e Turismo presieduta da Elio Di Lorenzo con 27 presenze.

Il Vermexio ha poi dato il via libera ai pagamenti nei confronti delle aziende private che hanno consiglieri comunali tra i loro dipendenti. In particolare sono stati liquidati 5.316,75 euro alla «Telecom Italia» che ha tra il proprio personale Alessandro Acquaviva. Il pagamento si riferisce al periodo tra settembre e dicembre del 2015. Una fattura di 8.618,75 euro per il periodo tra settembre e dicembre 2016 è stata pagata alla Fondazione Sant’Angela Merici che ha tra i propri dipendenti l’ex assessore Antonio Grasso.

È di 2.776,92 euro, per il periodo tra luglio e settembre del 2016, l’importo versato alla Società cooperativa sociale Amica nella quale lavora Fortunato Minimo mentre alla Società mista per la gestione del servizio di igiene ambientale a Priolo sono stati liquidati 1.607,76 euro per i permessi concessi al proprio dipendente Leone Sullo nel periodo tra ottobre e dicembre del 2016. Un ultimo pagamento è stato effettuato nei confronti del Consorzio agrario interprovinciale di Ragusa e Siracusa che ha tra il proprio personale Cosimo Burti. La fattura si riferisce in questo caso al periodo tra ottobre e dicembre del 2016.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati