TENTATO OMICIDIO

Gli spara un colpo di fiocina e poi gli brucia lo scooter, arrestato ad Avola

SIRACUSA. Prima gli ha sparato un colpo di fiocina, poi gli ha incendiato lo scooter. Futili motivi alla base del tentato omicidio e dell’incendio doloso che hanno portato all’arresto di Antonio Rossitto, carpentiere di 32 anni, di Avola.

Secondo la polizia Rossitto avrebbe minacciato il fratello della sua ex compagna per dissidi personali: problemi di natura familiari sfociati in un contrasto forte tra i due. Due giorni fa Rossitto avrebbe aggredito la vittima, muratore di 36 anni, con una fiocina.

Ma il colpo è stato deviato da una persona. Eri prima avrebbe chiamato la sua vittima al telefono minacciando di dare fuoco allo scooter e poi intorno a mezzogiorno lo avrebbe incendiato.

Quando la vittima si trovava al commissariato per denunciare l’aggressione avrebbe ricevuto un’altra telefonata nella quale Rossitto lo minacciava di incendiargli l’auto. L'uomo è stato posto agli arresti domiciliari con l’accusa di tentativo d’omicidio, atti persecutori, incendio doloso e minacce aggravate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X