TASSE

Tari ad Augusta, inviati avvisi per 1,3 milioni

di

AUGUSTA. Riconsiderare il costo della Tari a carico degli studi professionali augustani attraverso la rimodulazione delle categorie merceologiche del 2015, poi riproposte anche l’anno scorso, introducendo un’aliquota più bassa che possa consentire di pagare bollette più eque per gli studi professionali che, pur producendo scarsi rifiuti solidi urbani, si sono visti arrivare in passato bollette salate quanto quelle di una rosticceria o di un negozio di generi alimentari.

E’ la richiesta di circa 300 professionisti augustani, che hanno sottoscritto una petizione popolare curata dall’associazione politico-culturale “Facciamo squadra” che ricalca un’ analoga proposta portata avanti da tre professionisti lo scorso anno, mentre intanto la Publiservizi, la società che cura la riscossione dei tributi sta inviando 1679 avvisi suppletivi della Tari 2014 e 2016 che prevedono un incasso per il Comune di quasi un milione e 330 mila euro.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X