A MAZZARRONA

Scarti edili nascosti, sequestrata una grande area a Siracusa

di

SIRACUSA. Un’area di circa 10 mila metri quadrati è stata posta sotto sequestro dalla Procura di Siracusa . Il sito, trasformato in discarica abusiva secondo la ricostruzione dell’accusa, si trova a Siracusa nell’area di via Luigi Foti, nel rione popolare della Mazzarrona, la zona nord del capoluogo, a ridosso della chiesa di San Corrado Confalonieri e della pista ciclabile, dove ogni giorno si recano tanti appassionati delle due ruote e del podismo.

Ad apporre i sigilli sono stati gli ispettori del Nictas dell’Asp, in servizio alla Procura, che hanno accertato in quell’area la presenza di un cantiere per la costruzione di un insediamento privato, un’attività commerciale o un complesso edilizio. Un aspetto che conta poco per gli investigatori, coordinati dal capo della Procura di Siracusa, Francesco Paolo Giordano e del sostituto Antonio Nicastro, per i quali, invece, il problema consiste nello smaltimento degli scarti di lavorazione.

In sostanza, da quanto accertato dai magistrati, dopo le operazioni di sbancamento, quella parte di terreno inutilizzabile sarebbe stata trasferita in altri fondi per essere prima spianata e poi livellata.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X