COMMISSIONE

Augusta, l’Antimafia Ars si occupa dell’ospedale

di

AUGUSTA. La commissione regionale Antimafia avvierà un’indagine per capire perché l’ospedale “Muscatello” di Augusta negli ultimi sette anni non è stato potenziato così previsto sulla carta e non ha attivato tutti i reparti, soprattutto quelli oncologici.

Lo ha annunciato venerdì sera Nello Musumeci, presidente dell’Antimafia regionale, che ha preso parte ad un incontro a palazzo Zuppello promosso dal “Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanza attiva” presieduto da Domenico Fruciano e rappresentato anche da Maria Giannone che hanno fornito una relazione al presidente Musumeci per segnalare “importanti anomalie gestionali dell’Asp di Siracusa” tra cui la mancata attivazione dell’ Oncologia, la non applicazione della legge 10 del 2014 che individua il “Muscatello” come ospedale di riferimento regionale per le patologie dell'amianto, il mancato potenziamento notturno dell’elisuperficie la non attivazione, unica in provincia dell’Obi (osservazione breve e intensiva) prevista per legge .

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X