POLIZIA E VIGILI DEL FUOCO

Avola, esalazioni di monossido: anziano salvato

di

AVOLA. Avrebbe perso i sensi dopo aver inalato non si sa per quanto tempo del monossido di carbonio, sprigionato dal braciere che aveva acceso nella stanza da letto. A salvare ieri intorno alle 17,30 la vita di un anziano macellaio in pensione di 77 anni, in via Ruggero Settimo, ad Avola, sono stati prima gli agenti delle Volanti del commissariato di polizia, e subito dopo una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Noto.

Una corsa contro il tempo, quella dei poliziotti, giunti in via Ruggero Settimo dopo che un vicino di casa, intorno alle 17,25, aveva lanciato l’allarme al centralino del commissariato di polizia di Avola.

Il dirimpettaio, infatti, si era allarmato dopo che da una delle finestre della casa dell’anziano, nel cortile Bono, aveva notato fuoriuscire del fumo nero.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X