MINISTERO CONDANNATO

Siracusa, anzianità di servizio riconosciuta a insegnante precario

SIRACUSA. Il tribunale del lavoro di Siracusa ha riconosciuto ad un insegnante precario, che durante il giudizio aveva nel frattempo ottenuto la cattedra, l’ anzianità di servizio - a fini pensionistici - maturata durante i rapporti di lavoro a tempo determinato, condannando il Miur anche a corrispondere al docente la differenza retributiva tra quanto percepito e quanto gli sarebbe spettato per effetto dell’anzianità di servizio.

«In tal modo - spiega l’avvocato Bruno Messina che ha patrocinato la causa e che è anche presidente provinciale del Codacons - si è riconosciuta l’illegittimità dei contratti a termine che il docente-supplente aveva dovuto stipulare per anni, attribuendo al professore quanto gli sarebbe spettato qualora fosse stato immesso in ruolo sin dal primo contratto. Insomma, si è riconosciuto che anche in Italia non si può essere precari per sempre».

Messina spiega che il Codacons e l’Associazione per la difesa dei diritti civili della scuola hanno intrapreso insieme una battaglia contro il precariato dei docenti e del personale ausiliario, con oltre 2.200 ricorsi depositati e con oltre 3 milioni di euro di risarcimenti complessivi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X