SANITA'

Sale operatorie chiuse ad Augusta

di

AUGUSTA. Da un paio di giorni non si effettuano più interventi chirurgici programmati all’ospedale «Muscatello» per carenza di medici anestesisti. Dei sette previsti in pianta organica, infatti, fino a qualche settimana fa ne erano in servizio solo sei e negli ultimi giorni uno di questi si è dimesso per andare a lavorare altrove, pertanto sono rimasti solo cinque medici in turno che possono solo garantire le emergenze, come è successo fino all’altro ieri.

Così l’Asp di Siracusa, che era al corrente della situazione già dal 30 gennaio scorso, ha deciso di sospendere a tempo indeterminato gli interventi programmati, in media una ventina a settimana, che non si sa quando potranno essere effettuati, con grave disagio per i pazienti che potrebbero essere costretti a rivolgersi in altre strutture anche di fuori provincia.

Il ripristino della normale funzionalità delle sale operatorie potrà avvenire solo quando verrà nominato un sostituto anestesista. La questione è emersa anche durante l’ultimo consiglio comunale di palazzo San Biagio sollevata dal consigliere comunale di opposizione, Enzo Canigiula a cui ha replicato, in aula, il direttore sanitario del distretto Augusta-Lentini Alfio Spina.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook