COMUNE

Racket, il neo prefetto di Siracusa: "Sostegno a chi denuncia"

di
prefetto siracusa, Siracusa, Cronaca
Giuseppe Castaldo, prefetto di Siracusa

SIRACUSA. Primo giorno di lavoro per il nuovo prefetto di Siracusa Giuseppe Castaldo che ha preso il posto di Armando Gradone, trasferito a Siena. Il nuovo rappresentante del Governo, napoletano, 56 anni, ha incontrato in mattinata le massime autorità della città e della provincia ma nella sua agenda ci sono questioni calde che lo metteranno subito alla prova.

Tra queste emergenze c’è il racket delle estorsioni, un fenomeno molto ramificato nel territorio, difficile da estirpare anche per la ritrosia delle vittime a denunciare. Pochi mesi fa, il coordinatore delle associazioni antiracket Paolo Caligiore aveva ammesso che nel 2016 non erano arrivate denunce di imprenditori e commercianti del capoluogo.

"In alcuni Comuni sono previste delle agevolazioni fiscali nei confronti di chi trova il coraggio – ha detto il prefetto Giuseppe Castaldo - di denunciare il racket delle estorsioni. Bisogna, in tutti i modi, incentivare le denunce e per farlo è mia intenzione organizzare dei tavoli di confronto oltre al fatto che occorre far crescere la fiducia nelle istituzioni".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook