IL CASO

Camera di commercio, no del Tar alla sospensiva

di

SIRACUSA. La battaglia giudiziaria resta aperta sull’accorpamento delle Camere di commercio di Catania, Siracusa e Ragusa e potrebbe avere un risvolto in primavera. È stata respinta ieri dal Tar di Catania la richiesta di sospensiva avanzata dalla coalizione riunita attorno a Confindustria nei confronti del commissario straordinario, Alfio Pagliaro, sulle metodologie utilizzate per la composizione delle rappresentanze nel nuovo consiglio camerale. Procedure al termine delle quali si è registrata la vittoria della coalizione di venti associazioni riunite attorno a Confcommercio, che ha espresso come candidato al vertice della nuova Camera del Sud Est, Pietro Agen, presidente regionale di Confcommercio.

La coalizione risultata minoritaria è stata quella legata proprio a Confindustria, rappresentata da trenta associazioni di categoria che avevano scelto come candidato alla presidenza, Ivan Lo Bello, attuale presidente nazionale di Unioncamere. Il Tar di Catania con l’udienza di ieri ha disposto il rinvio della decisione per il 25 maggio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook