POLIZIA

Avola, ricattata per delle foto osè: un arresto

di

AVOLA. Prima ha convinto la ragazza a inviargli una foto «osè», scattata da lei stessa col cellulare. Quando poi ha avuto sul suo smartphone l’immagine compromettente dell’amica ha iniziato a ricattarla chiedendogli indumenti firmati e cento euro, minacciandola di pubblicarla su un falso profilo «Facebook» la foto nuda della ragazza.

Non c’è riuscito grazie al coraggio della vittima del ricatto che ha subito denunciato tutto agli agenti di polizia del commissariato di Avola, e soprattutto per la celerità delle indagini investigative coordinate dal dirigente Fabio Aurilio. L’altro ieri i poliziotti hanno bloccato e arrestato il presunto estorsore che si trovava la propria abitazione mentre chattava con la vittima. Ad essere fermato con l’accusa di tentata estorsione, è stato il diciannovenne Samyr Lamloumi, avolese, noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X