SANITA'

Augusta, l’ambulatorio chiuso: disagi e proteste

di

AUGUSTA. L’ambulatorio di Oncologia dell’ospedale «Muscatello» chiude per carenza di medici (diversi sono in malattia) dell’Oncologia di Siracusa e gli augustani scendono in strada per protesta e per chiedere la riattivazione del servizio. È quanto accaduto ieri mattina con il sit-in pacifico che si è svolto all’ingresso del nosocomio dove tanti cittadini si sono dati appuntamento già a partire dalle dieci.

«Siamo qui per dare solidarietà ai tanti malati oncologici costretti ad andare all’Umberto I di Siracusa perchè lì ci sono tre medici in malattia - ha detto Domenico Fruciano, responsabile del Tribunale per i diritti del malato -. Ho costatato che qui c’era gente che stava male e non era neanche stata avvistata che l’ambulatorio era chiuso, invitiamo l’amministrazione a fare una energica protesta verso chi è di competenza». Tanti i disagi per i malati megaresi.

«Qui ad Augusta avevamo tutto a disposizione per fare la chemio, adesso dobbiamo andare a Siracusa – ha detto Giuseppe Marmoreo, marito di una donna malata- lì il reparto in questo momento è pienissimo e c’è una fila enorme da fare, ieri c’era gente che da mezzogiorno alle cinque ancora non aveva fatto la terapia».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook