DOPO L'ATTENTATO

Siracusa, bomba in un locale: "Non mollo, vado avanti"

di

SIRACUSA. Dopo aver gettato la spugna nelle ore successive all’attentato alla sua attività commerciale in viale Cadorna, a Siracusa, Luigi Terracciano, proprietario di «Ciritorno», ha deciso di riprendere a lavorare. Ed ha cominciato proprio ieri, con la consegna delle pizze a domicilio. L’ondata di solidarietà che ha ricevuto dalla città dopo l’esplosione di una bomba contro il suo locale lo ha convinto a rialzarsi.

«Volevo ringraziare tutta la città e i cittadini che hanno speso una parola per noi. Questo – scrive sulla sua pagina Facebook, Luigi Terracciano - mi fa credere che, fino a qualche ora fa non lo pensavo, dopo tutto questa città non fa schifo, una città con queste splendide persone non può farlo.

Noi non molleremo e saremo operativi con la sola consegna a domicilio per le pizze ma per il locale al pubblico passerà un po' di tempo per sistemarlo: questo per far capire che noi non ci siamo fatti abbattere. Quando riapriremo faremo una seconda inaugurazione dove saranno invitati tutti in particolare modo le associazioni che si sono adoperate. Questa città va cambiata ma sono sicuro che cambierà se ognuno di noi fa la sua parte».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X