L'INCHIESTA

L’anziano ucciso a Siracusa, caccia in Polonia ad un indagato

di
anziano, indagini, Siracusa, Cronaca
Giuseppe Scarso

SIRACUSA. Si troverebbe in Polonia uno dei due giovani accusati per l’omicidio di Giuseppe Scarso, il pensionato di 80 anni di Siracusa prima picchiato e poi dato alle fiamme la sera del primo ottobre.

L’indagato è un amico di Andrea Tranchina, 18 anni, che è in stato di fermo da sabato scorso e nella mattinata di oggi, uscirà dalla cella in cui è rinchiuso, per essere accompagnato al palazzo di giustizia di Siracusa, in viale Santa Panagia: sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari del tribunale, Carmen Scapellato nel corso dell’udienza di convalida del provvedimento restrittivo.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Siracusa, sono condotte dagli agenti della Squadra mobile che, nei giorni precedenti al decesso del pensionato, avrebbero tenuto sotto osservazione i movimenti dei tre indagati. Perché, oltre ad Andrea Tranchina ed al giovane ricercato, c’è anche un altro giovane coinvolto nell’indagine.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook