IL CASO

«Firme irregolari a Siracusa», Ezechia Reale: «Andare al voto»

di

SIRACUSA. Annuncia la volontà di costituirsi parte civile e poi parla di fatti di "estrema gravità" riguardando a quanto sta accadendo al Comune di Siracusa tra indagini e la vicenda legata alle presunte firme false.

È un attacco frontale quello portato dall' ex assessore regionale all' Agricoltura Ezechia Paolo Reale nei confronti del sindaco Giancarlo Garozzo, della giunta e dei consiglieri di maggioranza. Il leader di «Progetto Siracusa» ribadisce di "non voler intervenire sulle vicende giudiziarie perche è giusto che la magistratura faccia il suo lavoro" però affonda comunque il coltello nelle ferite aperte all' interno dell' amministrazione. «Se e vero quanto sta emergendo a proposito delle firme false - sostiene Reale - il sindaco, la giunta e i consiglieri di maggioranza non dovrebbero attendere neanche l' esito delle indagini della magistratura ma lasciare da subito i propri incarichi perche sarebbero abusivi. Noi comunque vogliamo costituirci parte civile nel caso in cui dovesse aprir si un procedimento».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X