RIFIUTI INDUSTRIALI

Discarica a Melilli, il comitato: «No al polverino»

di

MELILLI. Chiederà l' intervento dei sindaci del comprensorio industriale Augusta-Melilli-Priolo e del prefetto di Siracusa il comitato che si oppone allo smaltimento del polverino dell' Ilva di Taranto nella discarica "Cisma", a metà strada tra Augusta e Melilli, mentre ha raccolto quasi 15 mila firme in pochi giorni la petizione lanciata online per dire no all' arrivo, del rifiuto speciale non pericoloso. Non si ferma, quindi, la protesta per la scelta di smaltire lo scarto degli altiforni della più nota acciaierie pugliese nella discarica melillese dove la notte scorsa sono arrivate decine di camion pieni di polveri no.

Il rifiuto è approdato nella tarda serata di ieri al porto di Catania con l' «Eurocargo» di Livorno, l' ulteriore viaggio è stato ritardato di un giorno per il cattivo tempo del giorno precedente, inoltre altri camion durante la settimana arriverebbero alla «Cisma» via terra an che direttamente da Taranto. Sarebbero 90 mila le tonnellate che dovrebbero essere smaltite in tutto e che si aggiungerebbero alle 9000 già trasferite nell' aprile del 2015, per chiedere lo stop a questa operazione da un paio di settimane ad Augusta è nato un comitato spontaneo di cittadini dei tre comuni della zona industriale, che sta mettendo a punto delle proposte per far sentire la propria voce.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X