NELLA CATTEDRALE

"Prua a mare" e l'unione con l'acqua: da Siracusa l'ultimo saluto a Maiorca

cattedrale, funerale, Siracusa, Enzo Maiorca, Siracusa, Cronaca
Una foto del funerale di Enzo Maiorca (immagine da Siracusaoggi.it)

SIRACUSA. «Prua a mare» diceva spesso Enzo Maiorca, stessa locuzione sussurrata dalla figlia Patrizia, dai nipoti e dagli amici al funerale che si è celebrato questa mattina a Siracusa, città del campione di apnea morto all'alba di domenica scorsa all'età di 85 anni.

A celebrare il funerale è stato padre Rosario Lo Bello che con Maiorca ha intrapreso molte battaglie a difesa dell'ambiente.

Migliaia le persone che hanno voluto tributargli l'ultimo saluto: con i familiari e gli amici più stretti c'erano tanti arrivati da tutta Italia per rendere omaggio a un uomo che ha dedicato tutta la vita allo sport, al mare e alla natura, impiegando anni della sua vita in una strenua lotta contro la cementificazione di una delle più belle coste italiane.

Addio a Enzo Maiorca: le immagini dei record del "Signore degli abissi" - Foto

La sua omelia è stata interrotta due volte da applausi, risuonati anche all'uscita del feretro dalla cattedrale. Patrizia Maiorca ha raccontato della grande gioia di vivere del padre nella semplicità è nella consapevolezza di fare sempre il proprio dovere. I nipoti del grande campione hanno indossato le camicie sgargianti del nonno, che aveva chiesto loro di rendere il funerale una festa. Come disposto dallo stesso Maiorca, il suo corpo sarà cremato e le ceneri disperse in mare.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X