COMUNE

Impianti sportivi a Siracusa, scontro sul bando

di

SIRACUSA. Bollano il bando per la gestione degli impianti sportivi come una «raccolta di errori» e ne chiedono «il ritiro in autotutela».

A distanza di pochi mesi il movimento civico «Evoluzione civica», guidato dal segretario Gaetano Penna, boccia per la seconda volta le decisioni del Comune. A rispedire le critiche al mittente è però l' assessore comunale alle Politiche sportive Francesco Italia che sottolinea come «non ci sia alcun motivo per ritirare il provvedimento».

Penna non esita a parlare di «scandalo» e di «anomalie» che l' assessore Italia o il dirigente Loredana Caligiore «devono assolutamente chiarire» perché «rite niamo che con questo bando si voglia speculare sugli impianti sportivi». Tante le critiche mosse non solo da Penna ma anche da Aldo Modica, avvocato e manager dello sport, e dall' avvocato Pierfrancesco Rizza.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X