L'INCHIESTA

Giovane siracusano morto in caserma, la salma verrà riesumata

di

SIRACUSA. I giudici vogliono che tutto venga alla luce e chiedono la riesumazione del corpo di quel soldato morto in caserma. Entro pochi giorni, probabilmente già prima della fine di settembre, il corpo di Tony Drago, il giovane siracusano trovato senza vita il 6 luglio del 2014 all' interno della caserma Lancieri di Montebello di Roma, sarà riesumato per effettuare una nuova autopsia.

La prima data fondamentale - in una storia che ha visto la famiglia del militare siracusano non arrendersi mai davanti all'ipotesi privilegiata inizialmente dagli investigatori e cioè che il venticinquenne si sarebbe suicidato dopo una delusione d' amore-sarà il 14 settembre.

Quel giorno, alle 13, in un' aula del tribunale di Roma il giudice per l'udienza preliminare ha fissato l' udienza per affidare al medico legale Paolo Procaccianti e al capo fisico Federico Boffi l'incarico di eseguire una sorta di superperizia che comprenderà non solo una nuova autopsia sul corpo di Tony Drago, ma anche un esame cinematico che dovrà stabilire se, come sostiene la difesa, sia scientificamente impossibile, analizzando la posizione in cui è stato trovato il cadavere del giovane siracusano, che il venticinquenne si sia lanciato nel vuoto da una finestra di uno degli edifici della caserma romana.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X