MARINA

Siracusa, la Confcommercio: "Fondali troppo bassi per i grandi yacht"

di

SIRACUSA. «Marina a mezzo servizio priva ancora di energia elettrica diretta e con un pescaggio ridotto che ha limitato di molto l' approdo dei grandi yacht». A sottolinearlo è il presidente provinciale delle Attività portuali della Confcommercio, Francesco Diana, tracciando un bilancio degli arrivi delle imbarcazioni attraccate negli ultimi due mesi al Foro Italico dopo i lavori di riqualificazione che hanno interessato le banchine e che hanno visto l' approdo pochi giorni fa del «Regina d' Italia», lo yacht degli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana.

Il trend degli ultimi tre anni resta comunque positivo secondo il responsabile delle attività portuali della Confcommercio, che rappresenta dieci società con un indotto stimato in 250 addetti. Ma dalla riapertura della Marina ne ha beneficiato secondo Diana anche l' indotto con attività di ristorazione, alberghiere, del piccolo commercio come alimentari, fiorai, negozi di abbigliamento nella zona Umbertina e nel cuore del centro storico.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook