CARABINIERI

«Ha sparato per un telefonino», arrestato per tentato omicidio a Siracusa

di

SIRACUSA. Voleva riavere un telefonino rubato a un amico e allora avrebbe deciso di lanciare un messaggio con il piombo. È accusato di tentato omicidio, detenzione e porto illegale di arma da sparo, Domenico Agati, 37 anni. L' uomo, un pescatore, è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia cittadina, guidata dal maggiore Paolo Samba taro, e adesso si trova in carcere. Il trentasettenne è responsabile, secondo i militari dell' Arma, del ferimento di un pregiudicato che si trova agli arresti domiciliari.

Il pescatore si sarebbe presentato nella tarda serata di giovedì in via Algeri, dove risiede la vittima del ferimento, e avrebbe estratto una pistola calibro 7,65 puntandola prima alla faccia dell' uomo e poi al ginocchio destro lasciando partire un colpo. L' azione si sarebbe consumata in pochi istanti con il trentasettenne che avrebbe agito con il volto coperto dal casco per poi fuggire a bordo di uno scooter. L' uomo invece è stato trasportato in ospedale e giudicato guaribile in 10 giorni.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X