TRIBUNALE

Traffico di armi, ex militare condannato a 8 anni

VARESE. È stato condannato dal Tribunale di Varese a 8 anni di carcere e una multa di 23mila euro un ex militare che nell'agosto del 2007 fu trovato in possesso nelle sue case a Novara e Lentini (Siracusa) di decine di armi da guerra, munizioni di vario calibro, pugnali e un ordigno esplosivo. L'uomo, Francesco Aparo, all'epoca sottufficiale dell'esercito in servizio a Novara, è accusato di detenzione abusiva e traffico internazionale di armi e materiale esplodente. Secondo le accuse, avrebbe acquistato in Svizzera la maggior parte delle armi sequestrate dalla Guardia di finanza.

Il Tribunale ha accolto quindi la richiesta del pm Annalisa Palomba, che aveva proposto la condanna a 8 anni di reclusione. Un altro imputato è stato invece assolto dai giudici «per non aver commesso il fatto». In passato un collezionista di armi coinvolto nell'inchiesta della Procura di Varese era stato condannato con rito abbreviato a 3 anni e 4 mesi, mentre un quarto uomo aveva patteggiato la pena di un anno e 8 mesi di carcere. «Si tratta di una condanna pesante - ha spiegato il difensore di Francesco Aparo, l'avvocato Andrea Boni - anche in considerazione del fatto che le armi non venivano utilizzate dal mio assistito per commettere reati ma piuttosto per una sorta di accumulazione compulsiva, senza una finalità evidente. Forse il Tribunale ha voluto lanciare un segnale in un periodo di gravi violenze in tutto il mondo legate alla circolazione di armi - ha concluso - impugneremo questa sentenza davanti alla Corte d'Appello».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X