IL PROGETTO

"Siciliano di Beja", da Siracusa nasce il primo formaggio siculo-tunisino

di

SIRACUSA. Produrre formaggi di qualità sulle due sponde del Mediterraneo: si consolida il legame tra la Sicilia e la Tunisia nelle produzioni agricole e nella zootecnia, con la certificazione del primo prodotto di origine animale in Tunisia, il «Siciliano di Beja».

Il nome è già tutto un programma: mette insieme le capacità dei produttori dell' Isola con la regione del Nord Africa in cui gli allevatori hanno imparato la «lezione» dai colleghi siciliani. L'obiettivo è portare sulle tavole europee formaggi e ricotte buoni e sicuri, secondo tecniche moderne.

Non è solo una questione di storia ma anche di economia, quella che sta dietro al progetto di cooperazione transfrontaliera «Italia -Tunisia» 2007-2013, denominato «Hilftrad, Hilâl siculo -tunisino della Filiera lattiero casearia tradizionale attraverso le nuove tecnologie».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X