DISSERVIZI

Pachino e Marzamemi senz'acqua, il Comune attende l'allaccio al pozzo

di

SIRACUSA. Niente acqua e rubinetti a secco, ieri in città. Le scarsissime piogge dell' inverno appena trascorso e l'arrivo delle alte temperature, hanno ridotto enormemente la quantità d' acqua che dalle sorgenti di Scalarangio, a Rosolini, e Fontana grande, a Noto antica, arriva nel serbatoio comunale per poi essere smistata nelle case dei pachinesi.

Complice della crisi idrica anche l' aumento della popolazione, visto l' arrivo di numerosi turisti che hanno scelto Pachino e Marzamemi per le loro vacanze estive. Per sopperire alla carenza idrica, in molti hanno fatto ricorso alle autobotti private e usato l' acqua minerale in bottiglia in cucina.

Una situazione che con molta probabilità, durerà ancora per qualche giorno, almeno fino a quando l'amministrazione comunale, guidata da sindaco Roberto Bruno, non metterà in funzione il pozzo preso in affitto, individuato grazie ad un avviso pubblico esteso ai proprietari di pozzi privati nei mesi scorsi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X