RIFIUTI

Netturbini a Noto, evitato lo sciopero

di

NOTO. L'accordo è arrivato quasi in extremis, poco dopo mezzogiorno, quando oramai erano rimasti soltanto in pochi a credere in un possibile rispetto delle intese con il pagamento delle spettanze arretrate. A meno di ventiquattro ore dal blocco delle attività, sia a Noto che nelle contrade, l'emergenza spazzatura è rientrata. Lo sciopero degli operatori ecologici, previsto per la giornata odierna, é stato cancellato a seguito dell'accordo raggiunto tra la proprietà della Dusty - l'Azienda catanese che in città e nel vasto hinterland si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani -, e i rappresentanti sindacali di categoria.

Stamani, gli oltre sessanta dipendenti che si occupano del servizio di pulizia, già sul piede di guerra da quasi due settimane - a seguito dell'avviato stato di agitazione da tempo non effettuavano nemmeno lo straordinario e l'orario in eccedenza -, riceveranno lo stipendio relativo allo scorso mese di marzo. La consegna della busta paga della mensilità arretrata ha posto fine allo sciopero e, per effetto di ciò, il servizio di raccolta non subirà alcuna interruzione. Le «prove» per un probabile accordo erano già state avviate ieri l'altro ma, in assenza di precise garanzie, il personale aveva deciso, così come stabilito durante la precedente assemblea del 15 aprile scorso, di incrociare le braccia per tutta la giornata odierna.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X