TENTATO OMICIDIO

«Sparò al rivale in amore», una condanna ad Avola

di

AVOLA. Una condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione, oltre al pagamento di una multa di 4000 euro, è stata inflitta dal gup del tribunale di Siracusa Andrea Migneco all'avolese Demetrio Marino, 26 anni, finito agli arresti domiciliari il 18 gennaio di due anni fa per avere ferito con una fucilata alle gambe il vicino di casa, Corrado Di Stefano, con il quale non correvano buoni rapporti.

La sentenza è stata pronunciata dal giudice al termine del processo che è stato celebrato, così come richiesto dall'imputato, reo confesso, con giudizio abbreviato, rito alternativo che comporta l'applicazione dello sconto di un terzo sull'intero importo della pena. Il gup ha accolto quasi per intero le argomentazioni tracciate dal pubblico ministero Magda Guarnaccia che ha concluso la sua requisitoria sollecitando per l'imputato una condanna a quattro anni di reclusione.

La difesa, rappresentata dall'avvocato Paolo Signorello, ha invocato per il suo assistito la concessione delle attenuanti generiche ed il minimo della pena in virtù anche della collaborazione prestata agli inquirenti e la confessione resa subito dopo essersi consegnato alla polizia.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X