COMUNE

Avola, i consiglieri Pd a Cannata: «Dimettiti»

di

AVOLA. «Per la prima volta nella storia di Avola un sindaco in carica va a processo con l’accusa di truffa e turbativa d’asta. Altro che politica del passato! A questo punto sul piano politico Cannata è un’anatra zoppa a cui rivolgiamo un ultimo accorato appello: in nome dell’amore che tutti proviamo per questa città, con un sussulto di dignità umana e politica, dimettiti e diamo la parola il più presto possibile ai nostri concittadini. È chiaro a tutti che ormai questo sindaco è privo della legittimazione politica per assolvere ai suoi doveri istituzionali».

Un appello e un invito che difficilmente il sindaco Luca Cannata accoglierà, quello lanciato ieri dai consiglieri comunali del Pd, Pino Caldarella e Nuccio Inturri dopo l’udienza preliminare dal Gip del Tribunale di Siracusa di giovedì scorso, conclusa con il rinvio al 22 settembre prossimo e nella quale c’è stato il tempo di formalizzare la richiesta di Cannata di essere giudicato col rito abbreviato anziché con quello ordinario.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X