SANITA'

Siracusa, lo sciopero di Vinciullo: 1.600 firme per il nuovo ospedale

di

SIRACUSA. Ha trascorso la notte in ospedale e non ha intenzione di fare alcun passo indietro, per il momento. Il deputato regionale Vincenzo Vinciullo continua lo sciopero della fame all'ingresso dell’ospedale «Umberto I» per sensibilizzare le istituzioni e in particolare il Comune a completare l'iter per il nuovo ospedale cittadino. L'obiettivo è quello di evitare di giungere «impreparati» quando saranno sbloccati i finanziamenti statali previsti.

In questa sua battaglia ha già avuto la solidarietà di molte persone che hanno raggiunto l'ospedale anche da diversi comuni, come Solarino, Floridia e Palazzolo, oltre al sostegno del consigliere comunale Salvo Castagnino, che aveva presentato lo scorso anno richiesta per una seduta di Consiglio comunale dedicata proprio al nuovo ospedale.

Quella di Vinciullo non è una semplice protesta: oltre allo sciopero della fame ha avviato una raccolta firme e sta distribuendo volantini tra gli utenti del presidio. E in due giornate ha raccolto circa 1600 firme.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X